3p-implafavourite-impianti-dentali-cono-in

Impianti Cono-in

Come funzionano

Catalogo

L’impianto Cono-In presenta diversi miglioramenti costruttivi, quali:

– Il microfiletto riduce lo stress sulla corticale coronale e migliora l’adesione cellulare.
– Le spire a geometria variabile grazie al loro disegno aumentano enormemente la superficie di contatto osso-impianto aumentando il B.I.C. Un impianto Ø 3,8×10 sviluppa una superficie di 131 mm² aumentata dall’indice di rugosità del 43%.
– La superfice Microtek aumenta in modo esponenziale la bagnabilità (assorbimento del primo coagulo) indice di rugosità.
– La sua forma tronco-conica ideale per soddisfare tutte le varie esigenze cliniche: (es. Split crest; mini rialzo crestale; postestrattivi; grande stabilità primaria per i carichi immediati).
Apice arrotondato per non ledere strutture anatomiche nobili (membrana di Schneider o nervo mandibolare).

Valutazione della BIOCOMPATIBILITA’ degli impianti FAVOURITE, superficie MICROTEK

Scopo del Lavoro
La biocompatibilità degli impianti Favourite Cono-In è stata verificata tramite uno studio, avente per oggetto lo specifico trattamento di superficie cui vengono sottoposti appena usciti dal processo di tornitura meccanica, subito prima di essere confezionati per l’impiego chirurgico.


Materiali e Metodi

In particolare sono stati presi in considerazione i metodi e gli strumenti adottati:
1) Mordenzatura: è il trattamento che conferisce le caratteristiche di ruvidità che, allo stato di conoscenza attuale, sono considerate fondamentali per un apporto immediato del coagulo e della relativa successiva osteogenesi. Il trattamento consiste in una prima fase di mordenzatura con acido fluoridrico, seguita da un secondo attacco con acido solforico-cloridrico. Il tutto si conclude con la fase di lavatura e asciugatura in stufa ventilata.

2) Decontaminazione: è il trattamento che elimina tutte le impurità presenti sulla superficie della vite implantare. Questo passaggio è determinante ai fini del successo implantare. L’azienda che si occupa di tale trattamento (Plasma Finish) per ottenere il gold-standard della procedura utilizza un reattore per trattamento a plasma freddo con generatore a microonde. Lo stato di plasma viene considerato il quarto stato della materia e lo sfruttamento di tale peculiarità è un capitolo importante della moderna scienza dei materiali. In laboratorio lo stato di plasma viene raggiunto applicando energia a particolari gas, mediante radiofrequenza o microonde. L’impianto da trattare, immerso in questo gas parzialmente ionizzato, viene letteralmente bombardato dagli elettroni generati da questo particolare stato della materia. L’effetto fisico del bombardamento provoca la rimozione dei contaminanti consentendo livelli di pulizia altrimenti non raggiungibili con altri mezzi quali solventi.

3) Controllo al Microscopio Elettronico: tutti gli impianti così trattati vengono successivamente controllati mediante microscopio elettronico a scansione Evo Ma 10 (Zeiss) con capacità detector per elettroni retrodiffusi (capacità Back-Scattered Electrons-BSE), il quale consente di rilevare eventuali elementi chimici residui diversi dal titanio, che hanno un numero atomico, e quindi una quantità di elettroni, differente.


Conclusioni

1) Lo specifico processo industriale di preparazioni delle fixture induce un aumento della rugosità di superficie (variazione microstrutturale), ma non della morfologia e della qualità della filettatura (variazione macrostrutturale), favorendo un’ottima stabilità primaria dell’impianto.

2) La rugosità ottenuta aumenta in modo esponenziale la bagnabilità (assorbimento del primo coagulo) grazie ad una superficie idrofila, inoltre la superficie a livello nanometrico da una topografia ideale per l’adesione fibrinica, a livello micrometrico la conformazione favorisce linsediamento delle piastrine.

3) Il particolare processo di decontaminazione consente di ottenere zone prive di contaminanti estranei e garantisce superfici perfettamente citocompatibili, che possono favorire l’attacco delle estroflessioni citoplasmatiche degli osteociti così importanti per la osteogenesi.<

Grazie a questi particolari trattamenti, gli impianti Favourite Cono-In si posizionano tra i dispositivi medici di elezione, da affiancare alla esperienza chirurgica protesica nella moderna scienza implantologica.

Grazie all’alta precisione micrometrica della produzione 3P Implafavourite, riusciamo ad ottenere un’assoluto sigillo nell’accoppiamento conico (Fusione Fredda), tutto supportato dagli studi fatti in collaborazione con la Nobil Bio Ricerche, le scansioni al microscopio elettronico evidenziano l’assoluta intimità tra le due pareti. Questo ci porta ad ottenere oltre al naturale Platform Switching, un’assoluta stabilità tra impianto e moncone con un’assoluta assenza di micromovimenti di conseguenza lo scarico delle forze viene distribuito su tutto l’impianto e non solo nella zona coronale, unito all’assoluto sigillo batterico per un ottimale benessere nell’ampiezza biologica.

Indice di Rugosità

Metodi

La valutazione quantitativa della rugosità è stata effettuata grazie ad un software che consente di trasformare in dato tridimensionale l’immagine SEM convenzionale (Mex 6.0, Alicona lmaging). In particolare, utilizzando i principi che stanno alla base della visione stereoscopica, la misura consiste nell’acquisire il medesimo campo di osservazione a due angolazioni diverse. In pratica, viene variato l’angolo tra rivelatore e campione, inclinando il piano su cui è appoggiato il campione. L’angolo di inclinazione (tilt angle) viene impostato dal software di controllo dello strumento. La coppia di immagini (stereopair) con relative dimensioni nel piano e l’angolo di inclinazione sono i dati di ingresso che il software trasforma in un’immagine tridimensionale, in cui ogni punto dell’immagine è caratterizzato da coordinate x, y, z. Sull’immagine cosi’ ottenuta è quindi possibile misurare profili in altezza (profili di rugosità), calcolare da essi i vari parametri di rugosità definiti dalla normativa e letteratura in materia.
Sulla base dell’esperienza acquisita, le immagini per la valutazione della rugosità sono state realizzate a 2000 x.


Risultati

La valutazione quantitativa della rugosità è stata eseguita secondo ISO 4287, ed ha fornito valori per tutti i parametri definiti nella norma. Come descritto in precedenza, i dati sono stati ottenuti mediante StereoSEM, generando immagini tridimensionali da uno stereo pair composto da due immagini SEM dello stesso campo, realizzate a 2000 x con un angolo di tilt di 5 gradi. Una tipica ricostruzione tridimensionale della superficie dell’impianto è mostrata in figura 1.  Per la valutazione quantitativa della rugosità è stato tracciato un cammino sulle immagini elaborate, come mostrato in figura 2, ed è stato ottenuto il profilo di rugosità (figura 3), da cui sono stati ricavati i parametri relativi. A questo proposito, si ricorda che nella letteratura tecnica e scientifica capita spesso di vedere dati e confronti tra valori di parametri di rugosita’. Molto spesso, però, in questo confronto si ignora un aspetto fondamentale, cioè che i parametri di rugosità dipendono dalla lunghezza del cammino lungo cui sono misurati. In pratica, cosa ampiamente ignorata in letteratura, dati ottenuti lungo cammini diversi per lunghezza non sono direttamente confrontabili, e i tanto conclamati (anche da fonti accademiche prestigiose) presunti valori ottimali di Ra, Rq, etc. non hanno alcun senso, se non viene specificata anche la lunghezza del cammino di misura e se non sono confrontati con misure eseguite su cammini analoghi. I dati quantitativi di rugosità sono riportati nella tabella sottostante (i valori sono espressi in micrometri, come media e deviazione standard di tre misure indipendenti per ognuno dei tre campioni analizzati, il cammino di misura è di 1 mm.

MAGGIORI INFORMAZIONI

Se desideri informazioni su questo prodotto compila il form con la tua richiesta oppure guarda i nostri contatti.

CONTATTACI


Leggi l'informativa privacy
Do il consenso al trattamento dei dati personali secondo Regolamento (UE) 2016/679 Tutela della privacy
Do il consenso al trattamento dei dati personali per finalità di esecuzione della richiesta di contatti
Compilando il form accetto il salvataggio e l'utilizzo dei miei dati da parte del sito


captcha